Una vita sulla corsia di sorpasso

Una vita sulla corsia di sorpasso



Berlino. Ha vissuto una vita sulla pista veloce: Michael Schumacher non solo ha corso da una vittoria all’altra in Formula 1, ama la velocità e le emozioni fuori pista. Il sette volte campione del mondo era un appassionato motociclista, paracadutista e subacqueo, ed era in viaggio con la sua mountain bike e sugli sci. Il fatto che l’idolo dello sport fosse un drogato di adrenalina con l’azione, è evidente anche nel documentario “Schumacher”, che può essere visto su Netflix a partire dal 15 settembre.

Il film di quasi due ore ripercorre la carriera unica dell’illustre pilota automobilistico con splendide foto d’archivio e contribuisce anche con alcune foto dall’archivio privato della famiglia Schumacher, che lo mostrano mentre si tuffa o fa paracadutismo. Il tragico incidente sciistico del 2013 sulle Alpi francesi, in cui Schumacher ha subito una grave lesione cerebrale ed è diventato una casa di cura, è stato solo negli ultimi minuti del film. “Schumacher” è fondamentalmente un documentario sull’illustre pilota che è diventato un sette volte campione del mondo e che ha lasciato il segno in Formula 1 per anni.

detto in fretta

Oltre alla moglie Corinna di Schumacher, suo figlio Mick, che ora è anche un pilota di Formula 1, e sua figlia Gina, molti ex compagni e concorrenti come Mika Hakkinen, Damon Hill, David Coulthard o l’ex capo del team Ferrari hanno voce in capitolo documentario rapidamente narrato da Jane Todd, che rimane uno dei migliori amici di 52 anni di Michael Schumacher. Tutti hanno raccontato, a volte con gli occhi lucidi, di un uomo appassionato del suo sport e il cui straordinario talento si è unito a tanto lavoro duro, competenza tecnica e ambizione che a volte ha superato l’obiettivo.

Il desiderio incondizionato di vincere ha sempre portato ad alcune situazioni di gara molto critiche nei documenti – ad esempio quando il rivale della Williams Damon Hill ha toccato la sua ultima gara con la sua Benetton dopo un errore di guida nel 1994, entrambi si sono ritirati dalle corse e Schumacher è diventato, che era in testa alla classifica, campione del mondo per la prima volta.

Si trattava del primo Campionato del Mondo di Formula 1 del pilota tedesco, a cui ne sarebbero seguiti altri sei nel corso della carriera di Schumacher. Con i suoi successi negli anni ’90 e ’40, si è catapultato in prima fila in grandi star dello sport tedesco come Max Schmeling, Fritz Walter, Franz Beckenbauer o Boris Becker.

Rare foto private dell’idolo sportivo mostrano un ragazzino con un casco oversize come un minuscolo astronauta, che ha ottenuto i suoi primi successi con audaci manovre di corsa sul kartodromo dei suoi genitori a Kerpen, vicino a Colonia. 30 anni fa, a 22 anni, fece il salto in Formula 1, riuscendo a conquistare la sua prima vittoria un anno dopo.

Il talentuoso giovane pilota tedesco è diventato rapidamente un serio contendente per il brasiliano Ayrton Senna, l’iconica figura della Formula 1 nei primi anni ’90 che ha avuto un incidente mortale nel 1994 – in una gara a Imola con Schumacher al suo seguito. Il documentario, con le sue straordinarie scene di corsa, si concentra anche sul periodo inizialmente difficile di Schumacher con la leggendaria squadra di corse italiana Ferrari, che è diventata campione del mondo dal 2000 al 2004.

“È stata solo sfortuna. Non potresti avere più sfortuna”, dice Corina Schumacher, piangendo, negli ultimi minuti del documentario, che parla del pericoloso incidente sugli sci di Schumacher e delle terribili conseguenze. L’idolo dello sport è diventato un caso di cura di cui si prende cura la sua famiglia.” Michael è sempre stato protettivo con noi. “Ora stiamo proteggendo Michael”, dice Corinna, che è sposata con Schumacher da 26 anni.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio