Sul lato selvaggio: una chiamata commovente contro la caccia all’avidità

Sul lato selvaggio: una chiamata commovente contro la caccia all’avidità

Alla fine del 2018, un uomo sudafricano è stato condannato a 33 anni di carcere per aver sparato a un elicottero di proprietà di ambientalisti nel famosissimo Kruger National Park. A quel tempo, il bracconaggio e la caccia ai trofei in Africa raggiunsero un nuovo livello. Secondo Save The Rhino, solo in quell’anno i cacciatori uccisero 892 rinoceronti. Gli “amanti degli animali” in Europa e Nord America amano appendere le corna alle pareti e si dice che abbiano poteri magici nell’Asia orientale.

Il successo legale è stato contro un tiratore del Kruger National Park grazie ad Ansie Venter. Il procuratore generale combatte da anni il bracconaggio illegale di animali protetti. Davanti alla telecamera, ci racconta i pericoli che si prende. Dopotutto, ci sono potenti gruppi di interesse dietro la caccia ai consumatori, in tutto il mondo. Venter è uno dei tanti eroi che hanno scritto in “On The Wild Side” della loro lotta contro il fenomeno globale della caccia, che le persone perseguono da sole per motivi divertenti o puramente commerciali.

Un film con un punto di vista intransigente

Molti documentari contemporanei possono essere criticati per la mancanza di una posizione chiara. “On The Wild Side” dice l’esatto contrario. Il fulcro del film nasce dall’atteggiamento implacabile articolato dal documentarista e attivista italiano Giacomo Giorgi all’inizio del suo viaggio pittorico attraverso diversi continenti: la caccia, almeno nel senso di una visione perversa dello sport e della purezza. Profitto, deve finire. Non solo per ragioni etiche, ma anche per preservare le nostre risorse naturali.

Tuttavia, il film di Giorgie non si limita a ricorsi e accuse. Invece, annuncia la simpatia del pubblico. Non solo per la sua missione, ma soprattutto per quelle creature che cadono vittime di bracconieri e cacciatori di hobby. Potrebbe esserci qualcosa di più meraviglioso di una giraffa, totalmente coraggiosa e che pagaia tranquillamente attraverso la savana africana al tramonto? Chi non vorrebbe piccoli orsi neri che si divertono in una foresta da qualche parte in Florida? Le immagini di bellezza della natura e degli animali completamente prive di kitsch, che sono del tutto loro, creano un effetto a cui è difficile sottrarsi. Tuttavia, questo vale anche per quelle registrazioni che non si preferirebbe vedere. Chi non si arrabbierebbe quando un turista uccide un rinoceronte a distanza ravvicinata e muore in agonia?

Che si presentino situazioni belle o dure: la cromaticità è corretta e più vediamo, più intensa è l’esperienza. Questo vale anche per le scene in cui il nemico viene mostrato in azione. Combattono su molti fronti. Spesso alcune cose possono essere realizzate creando un’opinione pubblica. Altri stanno cercando di essere coinvolti nella politica – un rapporto del parlamentare tedesco Stefan Bernhardt Eck. “Abbiamo sbattuto contro i muri di cemento”, riassume amaramente il politico del Partito Democratico Ambientale.

Usalo a terra, in acqua e in aria

Prevenzione dello stalking: molti attivisti prendono lo slogan alla lettera. Il film ci permette di condividere come i cacciatori di taglie incontrano sulla terra, sul mare e sull’aria. È proprio in questi momenti che la narrazione di Gyorgy alimenta una chiara dose di tensione. I successi regionali possono essere ascoltati almeno più e più volte. Ad esempio, gli addominali hanno significato l’interruzione delle riprese ricreative di orsi grizzly nella Columbia Britannica, ei nativi canadesi potevano ancora una volta perseguire il tradizionale foraggiamento per la loro carne senza essere disturbati dai cacciatori di hobby.

Parte del concetto è che questo film, finanziato con fondi privati ​​e donazioni, segue solo la prospettiva di un attivista per i diritti degli animali. Gyorgy è coinvolto con la Sea Shepherd Conservation Society e ha anche cercato come fotografo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti degli animali e sul movimento ambientale. Dopo tutto, una delle persone che ho intervistato sta creando i cacciatori e dando la caccia alla psiche, che da allora ha abbandonato. Anche se unilaterale, “On The Wild Side” è un film estremamente toccante e toccante che gioca sottilmente con l’emozione e l’atmosfera.

Per il film

“On The Wild Side – worldwide against the Hunt” (Italia 2019), film di Giacomo Giorgi, 90 minuti, traduzione, FSK di 16 anni

D’ora in poi come Video On Demand

mindjazz-pictures.de/on-the-wild-side

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio