Strade pericolose – Wissenschaft.de

Strade pericolose – Wissenschaft.de
(Bild: Dr. Kimberly Hawkings)

Questo scimpanzé è riuscito ad attraversare indisturbato la strada della giungla in Guinea. Ma per molte di queste specie, le strade costruite nella foresta in molti paesi africani significano l’inizio della fine.

Gli scimpanzé sono i nostri parenti più stretti, ma devono combattere per sopravvivere. La popolazione di scimpanzé occidentale (Pan troglodytes verus) è particolarmente in declino. “Gli scimpanzé occidentali erano comuni in tutta l’Africa occidentale, ma negli ultimi 20 anni la loro popolazione è diminuita dell’80%”, spiega Balint Andrassy dell’Università di Exeter. Uno dei motivi è il loro spazio vitale in diminuzione a causa della crescente competizione con gli umani. “La popolazione dell’Africa occidentale sta crescendo rapidamente e gli scimpanzé sono sempre più sotto pressione a causa dell’espansione degli insediamenti e delle infrastrutture”, ha affermato Andrassy.

Il fattore critico qui sono le strade che tagliano sempre più le ultime aree forestali intatte rimaste, identificano Andrassy e colleghi. “Solo il 4,3% della loro area di distribuzione non è attraversato da strade, quindi gli scimpanzé hanno poche possibilità di fuggire e la migrazione per distanze più lunghe è insolita per questi animali”, spiega il ricercatore. Inoltre: “Gli scimpanzé occidentali hanno un così alto profilo nell’area che entrano in conflitto con i vicini gruppi di scimpanzé quando cercano di spostarsi”.

Di conseguenza, contrariamente a quanto a lungo si è creduto, le strade non portano allo spostamento delle grandi scimmie e al trasferimento in altre aree. Piuttosto, è direttamente correlato al forte calo delle scorte. Come hanno scoperto Andrassy e il suo team, l’impatto dirompente della strada si estende in media per 17 chilometri nella foresta su entrambi i lati. Anche i sentieri forestali più piccoli hanno ancora un turbolento raggio di cinque chilometri. Inoltre, le strade sono spesso solo l’inizio dell’attività umana nella zona.

“I nostri cugini grandi scimmie sono minacciati in molti modi, dalla scomparsa del loro habitat alla caccia alle malattie. E lo sviluppo delle infrastrutture sta avendo un impatto maggiore di quanto avrei mai immaginato”, afferma Andrassy. Ma non dobbiamo arrenderci. Non riesco a immaginare un mondo in cui gli umani siano gli unici umani rimasti”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio