Riflettori puntati sull’anno – la freddezza emotiva della famiglia: “Vavolax”, il cupo film di finzione italiano

Riflettori puntati sull’anno – la freddezza emotiva della famiglia: “Vavolax”, il cupo film di finzione italiano

Momento clou dell’anno

La freddezza emotiva della famiglia: “Favolaks”, un film di fantasia dark dall’Italia

“Favolasi”, la favola dark dall’Italia, è uno dei momenti salienti dell’anno del cinema. Verrà proiettato nelle sale dopo lo Zurich Film Festival.

Convivenza italiana?  Le riunioni di famiglia a

Convivenza italiana? Le riunioni di famiglia a “Favolacce” sono più difficili. Nella foto, i bambini dovrebbero leggere i loro voti migliori.

Filmcopy

Il paese ospitante, la Francia, sta portando i migliori giovani talenti nel mondo del cinema? Allo Zurich Film Festival, che si conclude domenica, il lavoro di regia del grande Stato è stato proiettato in abbondanza. C’era qualcosa di meraviglioso tra di loro. Il grande palcoscenico non è per i francesi, ma per i due giovani italiani. È vero, tra tutti i luoghi, il paese che sta attualmente cadendo dietro la sua grande tradizione cinematografica, sta emergendo dall’ombra con il film di quest’anno.

“Favolacce”, il secondo film dei gemelli 32 anni Fabio e Damiano De Innocenzo, presentato in anteprima alla Berlinale di inizio anno. Questo era prima della chiusura. Ma ora, giusto in tempo per l’uscita del cinema la prossima settimana, il Festival del cinema di Zurigo ha mostrato la fiaba nera in anteprima svizzera.

Come suggerisce il nome dei registi, il tema delle “Favolacce” non è affatto innocente. Davvero disgustoso, sì, subdolo. In questo modo, il pubblico viene prima guidato lungo una traccia con un senso dell’umorismo estremamente nero. Questa è una famiglia italiana della classe media, casa unifamiliare, cortile, recinto del giardino. Bruno e Delilah (interpretati da Elio Germano e Barbara Chicarelli, diventata famosa con il titolo Mafia Lady nella serie Netflix “Suburra”) hanno due figli, Denise e Alicia.

In un’intervista a questo giornale, il regista Fabio de Inocenzo lo ha descritto come una sorta di gioco da casa delle bambole. La folla è testimone di un freddo emotivo inafferrabile in questa famiglia. Non c’è assolutamente nulla del calore italiano. Padre e madre si lasciano paralizzare dalla tradizione, aspetto che va sostenuto.

Bruno è in cattive condizioni, in crisi, e la sua mancanza di fiducia in se stesso porta a follia e comportamenti che non potrebbero essere più misogini. Abituato al sessismo del cinema italiano e, soprattutto, della televisione, il sudore delle atrocità, in cui Bruno e il suo vicino diventano troppo grandi in una serata barbecue, è oltre ogni immaginazione.

I sentimenti che scoppiano sono soffocati

Bruno ha perso il lavoro e la paura del declino sociale è onnipresente. Ma la facciata è importante da preservare. Invece di una vacanza al mare, in estate c’è solo una piscina gonfiabile nel parco. Questa vacanza sta per esplodere.

C’è una scena, una delle migliori del film: Bruno alla griglia. C’è una bistecca. Come nello spettacolo di marionette, che è avvolto attorno al tavolo da giardino, puoi vedere la famiglia di quattro persone cenare. Un silenzio imbarazzante. I coltelli di plastica sono usati per mangiare. La carne è così secca che il figlio di Denise soffoca. Si è quasi soffocato con lui. Genitori come se fossero paralizzati. Padre Bruno afferra il figlio e lo scuote a testa in giù e il pezzo di carne intasato si dissolve. Il padre dice: “Continuiamo a mangiare”. Si siede a tavola. Mantieni la calma. Poi scoppia in lacrime e si rifugia nel seno della moglie. Ulula come un cane da castello. Dopo essersi calmato, si è seduto di nuovo a tavola. “È andato tutto bene. Mangia. Mangiamo.”

Quando la figlia inizia a piangere, i genitori non lo sopportano. “Non piangere, non è successo niente”, dice Bruno. “Dannazione, non puoi nemmeno mangiare la bistecca”, Bruno pulisce con rabbia il tavolo e lascia il tavolo. La madre guarda Denise con punizione. “Questo è quello che otteniamo da lui. Ora tuo padre è arrabbiato. È tutto a causa tua”, dice, stringendogli forte il braccio. Denise urla e sua sorella ride di pura felicità. Il suo viso diventa cupo, poiché lo spettatore pensa immediatamente a un incubo.

Il risveglio è il male nel senso letterale della parola. La tragedia fa il suo corso e le risate diventano meno comuni. Quindi i bambini prendono il libro nelle loro mani.

Film d’infanzia

I registi volevano fare un film sull’infanzia, dice Fabio de Inocenzo in un’intervista. Ma il tuo film è anche un sogno. “Il sogno infranto dei ragazzi che hanno lavorato è pieno di speranza per il loro futuro. Ma non ne vale la pena “. Mentre i genitori curano la facciata, i bambini dietro non restano oziosi.” Non vogliono nemmeno avvicinarsi al loro futuro “, dice Fabio de Inocenzo.

Vavolasi (I / CH 2020, 1 ora 38 minuti); R: Fabio e Damiano de Inocenzo. Spettacolo teatrale l’8 ottobre.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio