Paul Cézanne e Bernheim John Gallery

Paul Cézanne e Bernheim John Gallery

unAll’inizio del 2019, la leggendaria fiera parigina Bernheim-Jeune ha chiuso definitivamente i battenti. Negli anni dal 1900 al 1914, in particolare, era considerata una calamita, insieme alle gallerie di Durand-Ruel, Vollard e Kahnweiler. Amatori e rappresentanti del mondo dell’arte si sono incontrati presso i fratelli Josse e Gaston Bernheim-Jeune. La trama aveva puntato su Van Gogh, Matisse o Bonnard all’inizio; Più tardi sono stato sorpreso da una mostra del futuro italiano. Tuttavia, nel 2019, non era ancora chiaro cosa sarebbe successo alle sale espositive e, soprattutto, ai libri di settore, alle foto e alla corrispondenza, ovvero l’archivio dell’azienda, che riflette i legami con artisti e clienti internazionali.

Sotheby’s ora ha acquisito l’edificio commerciale della galleria che si trovava l’ultima volta all’angolo tra Rue Matignon e 83 Rue Faubourg-Saint-Honoré, mentre Guy-Patrice Dauberville e sua figlia Floriane Dauberville, discendenti dei fratelli Bernheim-Jeune, hanno rilevato l’archivio il la Rue de Friedland si trasferì. Da lì, viene segnalato un nuovo post dell’editore interno, che si basa su materiale proveniente dagli archivi dell’azienda. La stampa completa “Paul Cézanne chez Bernheim-Jeune” si aggiunge al catalogo o ai documenti precedenti applicabili ad artisti come Bonnard, Matisse, Modigliani o Renoir.

Il pittore è come un uomo immondo

I due grandi volumi riassumono i legami stabiliti all’inizio del XX secolo tra Josse e Gaston Bernheim-Jeune, nonché Paul Cézanne e il suo giovane figlio Paul Cézanne. Quando i due galleristi hanno contattato Cézanne, avevano già ottenuto alcuni dei suoi lavori dal suo portfolio. Avevano solo trent’anni, e fin da giovani erano fiduciosi nella loro capacità di conquistare e contendere con il pittore, che era visto come misantropo, almeno sospettoso e crudele. Dopo molti anni trascorsi a Parigi e aspettando invano un riconoscimento, vive da tempo nella sua città natale. Lì, ad Aix-en-Provence, fece costruire nel 1901/02 una piccola casa studio sul Chemin des Lauves, una strada che saliva dalla città.

Lì Cézanne accolse gentilmente i giovani visitatori di Parigi nel 1902 e permise loro di accompagnarlo ordinatamente nei dintorni – nei luoghi da cui dipinse la Montagne Sainte-Victoire, ad esempio – e di scattare foto durante una vivace conversazione. Era lusingato dall’interesse che i due giovani galleristi mostravano nei suoi confronti; Anche la prospettiva di successo commerciale e artistico, che rendevano appetibile, era allettante. Ma alla fine, il pittore ha resistito all’attacco del loro mago perché avrebbe molestato l’antiquario Ambroise Vollard, che sentiva in buone mani con lui. Subito dopo la partenza dei visitatori, Cézanne informò il figlio che non era nel suo interesse stabilire rapporti d’affari con Bernheim-Jeunes. Lo descrisse in modo simile in una lettera al giovane pittore Charles Camoin, esprimendosi nei toni più alti attorno a Follard.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio