Mancanza di diversità nelle scienze

Mancanza di diversità nelle scienze

La maggior parte delle pubblicazioni nelle principali riviste scientifiche sono di autori maschi provenienti da paesi di lingua inglese. La situazione è cambiata poco e lentamente dal 1945. Questa è la conclusione a cui è giunta Pia Maas dell’Università di Vienna, che si è dedicata a uno studio attuale sulla diversità (inesistente) dei migliori autori. Lo studio mostra che le donne e gli esperti dei paesi del sud sono difficilmente rappresentati in questo elenco. I risultati sono pubblicati sulla rivista Conservation Letters.

Per il presente studio, sono state esaminate le caratteristiche di 1051 autori di spicco, gli scienziati con il maggior numero di pubblicazioni in 13 importanti riviste di ecologia e conservazione della natura. I risultati mostrano che le donne e il Sud del mondo sono difficilmente rappresentate in questo elenco. “L’elenco totale degli autori senior contiene solo l’11% di donne. E il 75% degli articoli proviene da soli cinque paesi nel nord del globo”, ha affermato Pia Maas, autrice principale dello studio. “Questo enorme squilibrio nella paternità scientifica è estremamente preoccupante, soprattutto nel campo dell’ambiente e della conservazione della natura, dove sono necessarie prospettive diverse per risolvere le sfide climatiche e ambientali globali”, afferma Maas.

Lo studio ha anche esaminato gli sviluppi in diversi periodi di tempo e ha mostrato che la proporzione di importanti autrici donne è aumentata dal 3% al 18% tra il 1945 e il 2019. Anche il Sud del mondo soffre di una sottorappresentazione del 25% di recente. “L’attuale stirpe di donne e scienziati del Sud del mondo al vertice degli autori è ancora lontana dalle distribuzioni sociali o accademiche e mostra chiaramente che c’è molto da recuperare nella promozione della diversità scientifica”, ha detto Maas. “Non ci sono quasi autori nell’elenco provenienti da India, Cina e altre regioni densamente popolate di grande importanza per la conservazione e la sostenibilità della natura globale, mentre molti altri paesi non sono affatto rappresentati”.

Secondo gli autori dello studio, la sottorappresentazione delle donne da un lato e delle persone del Sud del mondo dall’altro non riguarda solo i maggiori autori di ecologia, ma anche il livello di gestione scientifica. “I risultati dell’editoria, in particolare degli autori senior, spesso determinano lo sviluppo della carriera e le posizioni manageriali”, spiega Maas.

Da questo, lo studio ha prodotto quattro raccomandazioni specifiche per migliorare la diversità scientifica:

In primo luogo, le riviste e le comunità accademiche devono compiere sforzi speciali per promuovere la diversità e l’inclusione in posizioni di leadership. In secondo luogo, gli autori raccomandano una valutazione del percorso di carriera accademica sulla base di diverse competenze che vanno oltre i risultati della pubblicazione. Terzo e quarto, gli autori sostengono cambiamenti strutturali per migliorare il congedo parentale e la diversità tra il personale e i coautori al fine di promuovere e proteggere l’integrità della comunità scientifica. Ulteriori raccomandazioni, rivolte specificamente agli autori e alla comunità scientifica, servono, ha affermato, a “migliorare la buona pratica scientifica, in particolare per quanto riguarda l’efficace promozione di prospettive diverse e globali nel campo dell’ambiente e della conservazione della natura”.

Pubblicazione in “Messaggi di conservazione”:
Pia Mas, Robin J Bachman, Laurent Juddet, Linea Smith, Vincent Devictor e Richard Primack (2021). Le donne e il Sud del mondo sono straordinariamente rappresentati tra i principali ecologisti dell’editoria. Messaggi di conservazione, in corso di stampa. DOI: 10.1111 / conl.12797

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio