La straordinaria storia di Rose Island

La straordinaria storia di Rose Island

“Ti sei mai sentito trasferito sulla costa italiana, costruendo un’isola e fondando il tuo paese? Beh, questo tizio l’ha fatto.”

È una storia vera avvenuta a 11 chilometri a est di Rimini e della costa italiana nel mare Adriatico e sarà ricordata in tutto il mondo nel film Netflix del 9 dicembre.

La vera storia
L’ingegnere bolognese Giorgio Rosa (1925-2017) costruì e finanziò la sua isola artificiale dal 1965: una piattaforma di 400 metri quadrati realizzata con vari materiali all’estero e poggia su nove torri, che è libera, indipendente, indipendente e fuori dall’Italia territorio e sfera di influenza e quindi al di fuori della sua legislazione. Il 1 maggio 1968 l’isola è stata istituita come stato indipendente, “Esperanta Respubliko de la Insulo de la Rozoj” (La Repubblica Esperanto dell’isola di Rose). Giorgio Rosa si dichiarò primo presidente e l’esperanto divenne la lingua ufficiale. Rosa ha informato attentamente le autorità italiane che la repubblica si trovava in acque internazionali e ha affermato che intendeva stabilire una serie di strutture sull’isola, tra cui un ristorante, un bar, uno spazio abitativo e un ufficio postale. Subito dopo, l’Isola delle Rose ha rilasciato i propri francobolli, compreso uno che mostra la posizione approssimativa nel mare Adriatico. Il nuovo Paese ha inoltre annunciato, con un proprio slogan, l’intenzione di introdurre una propria moneta (“Mill”).

Il governo italiano ha agito in modo relativamente rapido, deciso e sostenibile, sostenendo, tra le altre cose, che nel bel mezzo della Guerra Fredda erano i gruppi di sinistra italiani che volevano approfittare dell’isola.
Martedì 25 giugno 1968 – 55 giorni dopo la dichiarazione di indipendenza – un gruppo di ufficiali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza (dogana) è sbarcato sul palco e ne ha preso il controllo. L’11 e il 13 febbraio 1969, gli specialisti della Marina Militare italiana dovettero far saltare in aria più volte l’isola di Rose, ma ciò non fu del tutto possibile a causa del design sofisticato. Dopo una tempesta il 26 febbraio, la piattaforma e con essa il progetto e l’utopia finalmente affondarono in fondo al mare.
Fino ad oggi, il luogo è un luogo popolare per i subacquei per visitare i lunghi resti ricoperti di vegetazione. Nel maggio 2018, l’Isola è apparsa di nuovo come Phoenix from Under the Ashes, ma questa volta girando la produzione Netflix “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” (titolo tedesco: “The Incredible Story of the Pink Island”).

Isole Utopia – Dall’inizio al presente
L’antica Grecia ha svolto un ruolo importante nello sviluppo di tali sistemi politici e nell’autosufficienza. Il più antico stato utopico viene da Platone.

Con il libro “Utopia” (titolo latino completo: De optimo rei publicae statu deque nova insula Utopia, in tedesco: “Of the best state in the state and the island of the new utopia”), in cui l’umanista inglese Thomas More ( 1478-1535) ha scritto descrivendo l’anno 1516 Il sistema politico apparentemente impeccabile di un’immaginaria repubblica insulare, e nella storia letteraria l’utopia trova la sua strada nella filosofia dello stato e pone la libertà di credo e di coscienza di fronte all’arroganza e all’arbitrio dello stato .

Durante il Rinascimento sorse un’utopia sociale simile, che fu sviluppata da Tommaso Campanella (1568-1639) “La Cita del Sol” (1602, in tedesco: “stato del sole” significa città-stato), più o meno parallela a più: la relazione dei marinai dell’isola di Tabropana e su di essa la statale La città del sole. I suoi abitanti hanno basato completamente l’isola e il loro stile di vita su una comunità – senza proprietà privata e senza gelosia e invidia. Attraverso un’istruzione intensiva acquisiscono saggezza e virtù. Lo stato solare si basa su una monarchia teocratica guidata da “Sol”, il sommo sacerdote.

In definitiva, in questo senso oggettivo, altri libri dovrebbero essere nominati in ordine cronologico, come “Nova Atlantis” di Francis Bacon, “A Modern Utopia” di H.G. Wells, “Ecotopia” di Ernst Kallenbach e “Island” di Aldous Huxley.

La seria domanda che sorge oggi è se tali sistemi e strutture identitarie siano ancora possibili o potrebbero esistere.
Oggi ci sono non meno di un centinaio di criptovalute indipendenti come Bitcoin, Tether o Ether che non sono più associate alle banche centrali. Tuttavia, le tasse devono essere pagate al paese interessato operando al di sopra del profitto di 600 €. Questa serie non dovrebbe menzionare anche l’autoproclamato “Stato islamico” con il ritorno del califfato e il carattere del progetto di costruzione dello Stato?

Sinossi di “The Amazing History of Rose Island”

  • Clicca per ingrandire Isola-delle-Rose_01_1968.jpg

Galleria: fare clic sull’immagine

Il talentuoso ingegnere Giorgio ha toccato il fondo: ha perso il lavoro, i suoi genitori non gli parlano più e l’amore della sua vita lo ha lasciato dopo averlo messo accidentalmente in prigione (storia lunga …). Giorgio è stanco delle regole borghesi in Italia negli anni ’60 e ha messo a punto un piano folle: vuole costruire la sua isola in mezzo al mare. Insieme a una squadra di rivoluzionari e apolidi, fu istituita la Repubblica delle Rose, fu dichiarata la dichiarazione di indipendenza e Giorgio nominato presidente. Sta andando tutto bene, ma poi il Primo Ministro italiano ha improvvisamente annunciato che l’isola è Public Enemy No. 1. Diretto da Sidney Cebelia (Tomorrow is the Final Trio) e prodotto da Grøenlandia (The First King. Romulus and Remus) è ” The Amazing Story of the Rose Island “” Un affascinante dramma sorridente con un cuore ribelle, basato su una storia vera unica.


The Amazing History of the Island of Rose (indirizzo originale italiano: L’incredibile storia dell’Isola delle Rose)

2020, H.Nel film Netflix
Reggie: Sydney Cebelia
Produzione Grøenlandia
Lancio globale su Netflix il 9 dicembre 2020

Produttore: Matteo Rover
Sceneggiatori: Sidney Cebelia, Francesca Mannieri
l’attore:
Giorgio Rosa: Elio Germano
Gabriella: Matilda de Angelis
Maurizio Orlando: Leonardo Lady
W.R. Newman: Tom Walshiha
Pietro Bernandini: Alberto Astori
Franca: Violetta Zitroni
Jean-Baptiste Touma: Francois Closet
Franco Restivo: Fabrizio Bentifoglio
Giovanni Leon: Luca Zingaretti

Video Youtube:
La meravigliosa storia di Rose Island | Trailer ufficiale | Netflix

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio