La casa non torna

La casa non torna

QuintoPrima dell’incidente, Toshimitsu Wakizawa contava 800 famiglie tra i suoi clienti. Cinque anni fa erano solo un centinaio. Wakizawa distribuisce giornali da oltre vent’anni. Di fronte alle difficoltà di ricostruzione nel Giappone nord-orientale a dieci anni dal terremoto, il Tsunami Per capire il crollo della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, devi parlare con lui. Oggi sta già distribuendo i suoi giornali a 400 case a Naraha. Il 72enne non spera che ce ne saranno altri. “Coloro che volevano tornare sono tornati a Naraha”, dice Wakizawa. “Gli altri hanno iniziato una nuova vita altrove.”

Patrick Welter

Patrick Welter

Reporter per affari e politica in Giappone, con sede a Tokyo.

La sua città natale si trova a circa 19 chilometri a sud della centrale nucleare di Fukushima Daiichi. L’11 marzo, dieci anni fa, lo tsunami ha inondato i generatori di emergenza del reattore nucleare. Guasto al sistema di raffreddamento. Ciò ha provocato esplosioni e fusione del nucleo in tre dei sei reattori. 165.000 persone sono state trasportate vicino alla centrale elettrica. Ad oggi, circa 37.000 persone della contea vivono lontano dalla loro patria.

Nel suo incendio, alle persone è stato detto di andare in salvo il giorno dopo il disastro. La maggior parte della popolazione è fuggita a Iwaki, nell’estremo sud. Il suo fuoco è rimasto confortevole per quattro anni. Case non datate Terremoto Danneggiato o distrutto dallo tsunami in condizioni deplorevoli. Nell’autunno del 2015, Naraha è stato uno dei primi posti nella zona di esclusione intorno alla centrale elettrica danneggiata che ha riaperto per vivere e vivere dopo la disinfezione. Se la ricostruzione e la rivitalizzazione delle città vicine a una centrale nucleare dovessero avere successo, probabilmente apparirebbe qui.

Meticolosamente ricostruito: il nuovo centro della città di Naraha nella prefettura di Fukushima


Meticolosamente ricostruito: il nuovo centro della città di Naraha nella prefettura di Fukushima
:


Foto: Patrick Welter


A prima vista, tutto sembra a posto nel suo fuoco. I sacchi neri accatastati in lunghe file nei campi, in cui sono stati raccolti sporco e detriti contaminati radioattivamente durante la decontaminazione, sono stati trasportati molto tempo fa in una struttura di stoccaggio temporaneo vicino centrale nucleare, Che probabilmente diventerà un magazzino entro 30 anni. Sulla National Route 6, dove i camion stavano guidando quasi continuamente verso la centrale elettrica o le aree di sviluppo nel nord durante una visita cinque anni fa, le cose erano più silenziose.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio