Jungfrau Zeitung – Due scuole in conversazione

Jungfrau Zeitung – Due scuole in conversazione

Prinz / Ticino | 20. agosto 2021

Da settembre a fine anno la Fondazione Museo Mecrì di Minusio presenta un progetto in collaborazione con la Scuola di Scultura di Peccia e la Scuola di Intaglio del legno. Le opere di autori e artisti di entrambe le scuole sono esposte nei tre piani del Museo in Ticino.

Museo Das Macro.Foto: Cosimo Filippino, Savossa

Il legno, materia prima più importante del Lago di Brienz e dell’Oberland bernese, e il marmo del Becchia, detto anche Kristalina, l’unico marmo ancora estratto in Svizzera, entrano in confronto, scambio e dialogo. Si crea un collegamento invisibile tra le due scuole, che hanno la stessa missione, ed entrambe sono dedite allo studio e all’elaborazione delle materie, ma allo stesso tempo sono lontane tra loro, e non solo geograficamente. La Scuola di intaglio del legno di Brienz è stata fondata nel 1884, mentre la Scuola di scultura di Bequia è stata inaugurata cento anni dopo, nel 1984. Oggi, la prima si rivolge principalmente a un pubblico ristretto, mentre la seconda accoglie sia i neofiti della scultura che le persone con competenze scultoree avanzate, che forniscono loro l’opportunità di concepire, studiare, approfondire e realizzare nuovi progetti e imprese. Così, il Museo Makro funge da punto d’incontro dove si incontrano le caratteristiche ei fattori eterogenei delle due scuole. All’interno di questa “zona di contatto”, intesa principalmente in senso puramente fisico, il museo diventa una sorta di contenitore di materiali, relazioni, interrelazioni, culture, tradizioni, idee, progetti e visioni, che a loro volta generano nuovi impulsi.

Piano Veduta interna 1 / Vista interna dal primo piano.

Piano Veduta interna 1 / Vista interna dal primo piano.

Il progetto espositivo mira a riunire opere scultoree di forme e finalità molto diverse realizzate con una varietà di materiali (tiglio, noce, marmo Bequia, gesso di Parigi, alabastro, ecc.) per creare un racconto in equilibrio tra realtà, arte e natura da raccontare.

Ad ogni livello della galleria vengono presentate raccolte di opere di entrambe le scuole, ognuna delle quali evoca sentimenti ed emozioni diverse. Alcune opere sono in linee molto rette e la magia della morbidezza dei materiali può portare ad un atteggiamento di pura contemplazione, in altre le sculture dal carattere mistico e teatrale stimolano il pensiero e l’introspezione, mentre altre ancora suscitano stupore, incuriosiscono o semplicemente evocare un sorriso.

Attraverso numerose sculture realizzate con materiali diversi e proprietà speciali, e create da mani e teste diverse, le opere conducono il visitatore in un percorso ascendente tra astrazione e pittura, offrendogli un’esperienza ricca di spunti, connessioni e confronti. Le differenze nella forma e nel contenuto delle opere esposte contribuiscono al fatto che l’armonia nella diversità diventa un punto di forza dell’intera mostra. Il padiglione della Fondazione ha una funzione educativa e informativa, con pannelli esplicativi bilingue (italiano-tedesco) illustrati che illustrano le scuole coinvolte, la loro storia, le attività e l’offerta formativa. I visitatori possono ottenere facilmente e intuitivamente una panoramica dello scopo e delle missioni delle due scuole e, se sono più interessati, possono anche trovare i dettagli di contatto lì. In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo bilingue italo-tedesco in cui saranno esposte tutte le opere e le scene della mostra.

Cassaforma in calcestruzzo e acqua - Peter Bachmann.

Cassaforma in calcestruzzo e acqua – Peter Bachmann.

eventi collaterali

In occasione dell’inaugurazione della mostra, domenica 5 settembre, dalle ore 12.00, si svolgerà sulla riva del Lago di Minusio, in località Portigon (nell’area verde dell’Osteria La Riva), un evento di una settimana. Due rappresentanti della Scuola Peccia (Ursula Rutishauser e Peter Bachmann) e tre rappresentanti della Scuola Brienz (Camilla Braunger, Martin Chardonnens e Markus Flück) creeranno o completeranno sculture nel sito. Questa attività si colloca in una linea di continuità con la mostra in quanto consolida il lavoro degli scultori nelle loro diverse fasi dall’idea alla realizzazione dell’opera. Le stazioni non solo espongono la movimentazione dei materiali, ma sono anche un ulteriore punto di contatto per chiunque sia interessato alle attività delle scuole, oltre ad essere un’estensione del Museo Mecrì. L’evento è patrocinato dal Comune e patrocinato da Minusio. Questa settimana ci saranno anche spettacoli musicali.

mostra itinerante

Il progetto si conclude con una mostra itinerante sui giochi di Natale in legno, realizzata dall’intagliatore Huggler di Brienz. Le Sculture della Natività sono state scolpite e lavorate a mano e sono quindi di grande pregio. Si basa su un modello inventato e creato da Hans Huggler-Wyss nel 1915. 100 anni di attività e il lavoro altamente professionale dell’azienda fino ad oggi hanno contribuito alla sua eccellente reputazione. Tanto che nel 2016 l’allora presidente federale Johann Schneider-Ammann li ha portati in dono a papa Francesco. Un presepe sarà mostrato nelle quattro domeniche di Avvento nella Basilica romanica di San Carlo in Negrintino, mentre un altro presepe con figure più grandi di circa 60 cm di altezza vagherà di chiesa in chiesa ogni domenica. È il caso delle chiese di San Giovanni Battista, Sivio; SS. Pietro e Paolo, Biasca; Si possono vedere San Vittore, Muralto e Santa Maria della Misericordia, Ascona.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio