Intervista | Leandro Greco: “Ho avuto difficoltà a modificare” – Serie C

Intervista |  Leandro Greco: “Ho avuto difficoltà a modificare” – Serie C

Leandro Greco ha avuto bisogno di un po ‘di tempo per iniziare a lavorare per l’FC Südtirol. Ora è un punto fermo nel Team Stefano Vicky. © Alfred Chager Photography & Co.

Presentato in estate come il più importante nuovo arrivato nella storia del club, Leandro Greco (34) deve molto da molto tempo. Il rumeno è stato uno dei migliori giocatori dell’FC Südtirol per alcune settimane. In un’intervista esclusiva a SportNews, racconta il suo tempo con Francesco Totti, i suoi momenti speciali nel sud Italia e la sua strada di pietra a Bolzano.

Leandro Greco, hai giocato in tanti club e in tanti campionati nella tua carriera. Cosa ricordi esattamente?

Greco: “Sono stato molto fortunato a poter giocare per il mio club locale (Roma, ndr) per un po ‘. Sono cresciuto lì e alla fine sono riuscito a stare in campo con le mie stelle, Francesco Totti e Daniele De Rossi”.

Hai giocato 118 partite di Serie A, vinto il campionato greco con l’Olympiacos e segnato in UEFA Champions League. Quale insegnante è stato difficile raggiungere?

“In Grecia facevo parte di una squadra molto forte. Eravamo la migliore squadra del campionato, ma vincere non è facile. È sempre difficile competere come una grande squadra nei club più piccoli della periferia e ottenere i punti necessari. Il Il campionato greco non è di qualità come il campionato italiano, ma vincere il campionato: “È stato molto difficile”.

Dopo tutte queste esperienze atterro a Bolzano per l’estate. Com’è andato il trasferimento all’FC Südtirol?

“Ho scelto il club perché è molto ambizioso. L’FC Südtirol vuole crescere e affermarsi in tutti i settori. I valori del club si sovrappongono molto ai miei. Quando abbiamo avuto le prime discussioni, c’è stato subito un buon feeling”.

Leandro Greco e Daniel De Rossi (dietro) festeggiano una vittoria nel derby contro la Lazio. © AFP / FILIPPO MONTEFORTE

L’FC Südtirol è un club giovane che non ha molti fan. Quanta pressione c’è rispetto ad altri club?

“Il club ha grandi ambizioni. Quindi ha senso avere pressione. Ma non sento molto questa pressione perché sono io stesso il più grande critico. Ho grandi richieste su me stesso e sono molto severo con me stesso. Quindi mi metto me stesso. la maggior pressione. “

Ci sono club o luoghi in cui hai giocato nella tua carriera che hanno avuto un impatto duraturo su di te?

“La città che avrà per sempre un posto nel mio cuore è Foggia. La cultura dei tifosi lì è incredibile. È una passione che trascende il valore sportivo del calcio. Per le persone là fuori, è uno stile di vita. Se puoi metterci te stesso. nei panni di queste persone e capire di essere un fan, allora questo è che ti tocca l’anima “.

“Sono i momenti difficili della vita quando impari di più”.
Leandro Greco nei suoi primi giorni in Alto Adige

Ritorno all’FC Südtirol. Ora sei un giocatore regolare, ma in autunno hai a malapena una possibilità. perché?

“Ho avuto difficoltà ad adattarmi in tutti gli ambiti della vita. Potrebbe accadere in una carriera calcistica professionistica. Ma ho sempre avuto la volontà e la voglia di essere un modello per i giovani giocatori. Anche se non giocavo da un po ‘”.

Leandro Greco esulta in Champions: ha segnato due gol. © AFP / LOUISA GOULIAMAKI

Come sei uscito da questo buco?

“Penso che questa sia prima di tutto la mia caratteristica. Sono i momenti difficili della vita in cui impari di più e puoi crescere come persona. Ho visto questi mesi come una sfida personale. Riguardava la testa, come quasi tutto. Di Certo, è stato anche utile che la società, i nostri compagni di squadra e il nostro allenatore siano sempre lì per supportarli. Ora posso aiutare la squadra e fare la mia parte per avere successo “.

A proposito di successo: ci sono ancora quattro partite in programma. L’FC Südtirol può ancora vincere il titolo …

Abbiamo dimostrato di essere là fuori e di voler continuare a sfruttare gli errori degli altri. Abbiamo la dottrina che osserviamo di gioco in gioco. Ora arriva la Virtus Verona, poi va alla Triestina. Se qualcuno fallisce, dobbiamo essere lì. Passo dopo passo, e alla fine vedremo cosa ne verrà fuori “.


Intervista: Christian Staffler

Autore: christian.staffler

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio