Il romanzo principale di Nani Palestrini: l’editore Feltrinelli e la sua misteriosa morte – Cultura

Il romanzo principale di Nani Palestrini: l’editore Feltrinelli e la sua misteriosa morte – Cultura

All’improvviso siamo stati portati ai tempi turbolenti dei romanzi che una volta erano chiamati “sperimentali”: quando, sotto l’impressione del dopoguerra, della guerra fredda, dei combattenti, delle rivoluzioni studentesche e del terrore di destra e sinistra, si trattava ancora di raccolte di narrativa e documentazione. Informazioni sull’Unione di politica e poetica.

Il romanzo di Nani Palestrini “L’Editore”, pubblicato in Italia nel 1989, ha risuonato ma appare pionieristico di fronte alle attuali ribellioni e conflitti. Il libro dello scrittore e attivista di sinistra morto a Roma nel 2019 all’età di 83 anni è stato pubblicato l’ultima volta in tedesco nel 2008. Ma qui ha raccolto poca attenzione come l’intera opera di Palestrini, sebbene molti dei suoi titoli (come il il romanzo sulla mafia “Sandokan”) è stato pubblicato in precedenza da editori tedeschi. Ma ora “Der Verleger” dovrebbe essere rieditato nel fantastico post di Christel Fröhlich e Andreas Löhr. (Verlag Association A, Berlino 2020, 151 pagine, € 18) – Infine, ha richiamato l’attenzione sull’autore del libro italiano “Neoavanguardia”, che svolge un ruolo importante al fianco di Umberto Eco ed Edoardo Sanguineti.

In undici capitoli chiamati Scene, la narrativa serrata di una certa epoca racconta la fine della casa editrice milanese Giangiacomo Feltinelli, mai citata per nome. Il milione di eredi legname, ferrovia e banca originaria della dinastia Feltrinelli furono trovati morti il ​​14 marzo 1972 in un campo di grano nel sobborgo milanese di Segrate. Giaceva, sanguinante a morte, la gamba sinistra strappata e altri infortuni, ai piedi della Power n. 71 della striscia di testa verso il Milan. Per quanto si può accertare, Feltinelli è stato vittima di un precoce carico di dinamite fatto esplodere che avrebbe dovuto attaccare la fornitura di energia elettrica nella capitale economica del nord Italia.

[Alle wichtigen Updates des Tages zum Coronavirus finden Sie im kostenlosen Tagesspiegel-Newsletter “Fragen des Tages”. Dazu die wichtigsten Nachrichten, Leseempfehlungen und Debatten. Zur Anmeldung geht es hier. ]

Il capitolo “Scene” di Balestrini alterna il contro-spettacolo di quanto accadde nella primavera del 1972 alle considerazioni di un giovane regista, giornalista, libraio e professore universitario che 17 anni dopo lavorava come ex fidanzato di un editore in un film sul tema che era finalmente abbandonato.

L’inizio descrive, sulla base del vero protocollo autoptico, come viene eseguita l’autopsia forense di Feltrinelli; In definitiva, la sepoltura è nella colossale cappella funeraria della famiglia Feltrinelli nel cimitero centrale di Milano – con quello che è successo nella colonna energetica di Segrate negli ultimi minuti prima dell’esplosione.

L’attrazione tragica è il mistero irrisolto. Giangiacomo era estraneo alla famiglia in giovane età, combatté da giovane partito nel 1944/45 contro tedeschi e fascisti di Mussolini, entrò a far parte del KPI, fondò la casa editrice Feltrinelli a Milano nel 1954 all’età di 28 anni, che ha ottenuto fama internazionale attraverso il film “Doktor Schiwago” e “Leopard” Lampedusa. L’editore parlava correntemente il tedesco, è stato sposato con la fotografa Ingie Feltrinelli Schontal per la terza volta, è rimasto impegnato a sinistra, ha finanziato Che Guevara e il suo amico berlinese Rudi Duchke, e nel 1969 è entrato in clandestinità nello stesso periodo con Ulrike Meinhof .

Terrore destro, terrore sinistro? Balestrini lo lascia sottilmente in bilico

Ma perché ha dovuto avviare la demolizione ad alto rischio del palo elettrico in acciaio? Perché, essendo uno degli uomini più importanti e facilmente identificabili in Italia, aveva un semplice documento d’identità falso nella giacca, perché la parte superiore del corpo e il viso, non tipici di un’esplosione, erano quasi intatti?

Ad oggi, c’è il sospetto che i terroristi di destra, come con altri attentati in Italia, abbiano orchestrato l’incidente per screditare la sinistra stessa. Ma Balestrini lo lascia sottilmente in bilico. In questo modo, crea riflessione e mistero, oltre che attraverso citazioni liriche intrecciate e passaggi associativi dal romanzo di Malcolm Lowry Under Vulcan, la versione italiana edita anche da Feltinelli. Scoperta.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio