Guinea Equatoriale: quasi un centinaio di persone sono morte in una serie di attentati nei campi militari

Guinea Equatoriale: quasi un centinaio di persone sono morte in una serie di attentati nei campi militari

Le foto di Bata, Guinea Equatoriale, sono scioccanti: dopo una serie di esplosioni sul sito di una caserma, intere strade sono disseminate di macerie e le fondamenta di alcune case a malapena in piedi. Ora le autorità dello Stato autoritario hanno fornito nuove informazioni sulle vittime dell’incidente.

Almeno 98 persone sono state uccise. Il numero delle vittime in precedenza era stimato almeno in 31. Secondo il nuovo bilancio delle autorità sanitarie, i feriti sono stati anche 615. Ha aggiunto che 299 di loro stanno ancora ricevendo cure nelle cliniche.

Il disastro dell’esplosione è avvenuto domenica pomeriggio nella città di Bata. Il presidente Teodoro Obiang aveva già individuato domenica “negligenza e disattenzione”.

Secondo i resoconti dei media, le vittime includevano soldati e civili. La domenica dopo le esplosioni ha visto una spessa colonna di fumo e persone in fuga nelle foto e nei video distribuiti su Twitter.

La porta della vera Guinea Equatoriale ha riportato intense devastazioni e panico. Le onde di pressione sono state avvertite anche in molti edifici remoti. Secondo altre fonti, ci furono tre esplosioni successive.

Il presidente Obiang ha dichiarato che i magazzini di dinamite ed esplosivi sono stati incendiati “quando i vicini hanno appiccato il fuoco alle fattorie vicine”. L’incendio potrebbe essersi propagato alle baracche. Le onde di pressione hanno “danneggiato quasi tutti gli edifici e le case della città di Bata”.

Obiong ha detto di aver ordinato un’indagine per assicurare i responsabili alla giustizia. Il presidente ha invitato il popolo della Guinea equatoriale a mantenere la calma. Ci sono molte fake news che stanno emergendo.

Con circa 200.000 abitanti, Bata è la città più grande e allo stesso tempo il centro economico dell’ex colonia spagnola. La Guinea Equatoriale è indipendente dal 1968. Per più di 40 anni, il 78enne ha governato saldamente il paese.

Per ottenere il potere, l’allora comandante della Guardia Nazionale rovesciò lo zio al potere Macias Nguema e fu giustiziato. L’opposizione e le organizzazioni internazionali hanno ripetutamente accusato Obiang di aver commesso violazioni dei diritti umani.

Icona: specchio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio