Fury After Parallel Mayhem: “I’m Really Angry” – Campionati mondiali di pattinaggio di figura 2022

Fury After Parallel Mayhem: “I’m Really Angry” – Campionati mondiali di pattinaggio di figura 2022

Le gare parallele stanno nuovamente suscitando scalpore. © APA / afp / ANDREAS SOLARO

L’Italia ha vinto martedì a Cortina la sua prima medaglia di Coppa del Mondo grazie a Marta Pacino. Ma il grande argomento di conversazione dopo le gare parallele era diverso.

Federica Brignoni è stata al suo fianco nell’intervista televisiva, anche l’esperto Felix Neurether ha chiamato il direttore di gara Marcus Waldner e la FIS non conosce le proprie regole: la prima fortunata del Campionato del Mondo Parallelo sembra diversa.

Questo nuovo look dovrebbe fornire ancora più divertimento sugli sci. Ma la gara raramente passa senza pesanti critiche in seguito. Non è stato diverso alla premiere della Coppa del Mondo di martedì, anche se questa volta l’indignazione è stata più grande che mai. È iniziata il giorno prima della gara, quando alcune star (come Alexis Pinturault, Henrik Kristoffersen o Michelle Gisin), che in passato avevano espresso le loro preoccupazioni su questo nuovo sistema, hanno deciso di non partire.

Un ciclo significativamente più lento

Quindi la gara stessa ha fornito la migliore prova del motivo per cui i paralleli sono così controversi nello ski circus. Lo sfondo era il percorso nelle Dolomiti e lo statuto: in forma parallela gli atleti si sfidano due volte, ogni volta in ogni sessione. Fondamentalmente, i tempi vengono sommati e poi continua più velocemente. Ma se cadi al primo round o crei un deficit molto grande, il tempo non durerà per sempre, ma si ferma a 0,50 secondi. Mezzo secondo è il ritardo massimo prima del secondo round.

“Penso che questa sia stata una delle peggiori gare che abbia mai guidato”.
Federica Brignoni

Dato che martedì il percorso era molto più lento, quindi a volte ho perso più di mezzo secondo, gli atleti che dovevano guidare quella parte di pista nel percorso critico erano in svantaggio. Federica Brignoni ha regalato questa esperienza in prima persona: nei quarti di finale è stata eliminata da Marta Pacino. Ha dovuto competere nel secondo turno decisivo su un percorso molto più lento.

>>> Il report del Campionato del Mondo di Passino è disponibile qui <<

“Sono davvero incazzata”, ha detto visibilmente arrabbiata in un’intervista ad Al-Rai. “Penso che sia stata una delle gare peggiori che abbia mai condotto. E questo è anche ai campionati del mondo. Semplicemente ingiusto. Spero che Marta vinca quella gara (Brignoni intervistato prima della fine della gara, ndr), ma io ‘ Sono davvero incazzato. ”

Brignoni pugno (a destra) con Pacino: dopo di che, il vincitore della Coppa del Mondo era frustrato. © Bentafoto

Brignon non era sola con le sue critiche. Anche Marco Odermatt è stato critico. “Sono arrabbiato per tutto. Sono arrabbiato per i miei errori, ne sono responsabile. Puoi vedere allo stesso tempo che un giro è mezzo secondo più veloce. Non è giusto al 100%. Lo ha sempre detto il FIS che può essere fatto meglio. “Ma è sempre lo stesso: non puoi farlo. Quindi la domanda è se ha senso”, ha detto Talent of the Century su SRF.

Neureuther scrive un SMS al Racing Chief

Anche Felix Neurother, da parte sua un esperto di ARD, ha rotto il colletto. L’ex stella tedesca dello sci era così sconvolto che la pista era sintonizzata a velocità diverse che ha afferrato il suo cellulare durante una trasmissione in diretta di ARD e ha chiamato il direttore della corsa FIS Marcus Waldner. Quando non è decollato martedì, Noether gli ha scritto una lettera di reclamo.

L’impostazione del corso ha causato problemi. © APA / EXPA / JOHANN GRODER

Neureuther ha chiesto a Waldner di cambiare un po ‘il percorso lento e quindi renderlo altrettanto veloce. Come ha detto in seguito, il direttore di gara della FIS gli ha effettivamente risposto durante la gara con una lettera in cui affermava che un cambio di rotta non era possibile e che in realtà considerava la competizione giusta. Neurother non era convinto.

Chi è il campione del mondo adesso?

Il fatto che la forma parallela fosse ancora agli inizi è diventato evidente nell’importantissima finale femminile. Marta Pacino – avendo tagliato il traguardo contemporaneamente a Katharina Linsberger – è stata l’unica campionessa del mondo in quanto è stata la più veloce nel secondo round. Nei round precedenti questo era il criterio di equalizzazione cruciale. Solo un’obiezione di ÖSV sulla base del fatto che la decisione di aequo era possibile anche in finale ha spinto la FIS a rivedere la propria decisione e dopo mezz’ora a dichiarare campione del mondo di Liensberger.

Autore: det / dpa

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIA.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio