Bolzano – Nel settembre 2017 il convegno permanente tra Stato, Regioni, Stato dell’Alto Adige e Provincia Autonoma di Trento ha approvato un programma triennale di “artisti residenti”. L’accordo mira a sviluppare centri e progetti per artisti residenti per creare sinergie e rilanciare nuove iniziative culturali regionali. Su richiesta del Consigliere di Contea Giuliano Vittorato, questa settimana la Giunta provinciale ha deciso di prolungare di un anno fino alla fine del 2021 il programma triennale, terminato il 31 dicembre 2020.

Insieme alla Provincia di Trento, che ha assunto la direzione del progetto, i progetti artistici saranno finanziati da compagnie teatrali altoatesine.

“L’ampliamento rappresenta un passo importante in tempi di epidemia, che ha portato anche a un punto morto il mondo culturale”, sottolinea il Consigliere nazionale per la cultura italiana. Pertanto, il 2021 è un anno di transizione rispetto al nuovo invito a presentare proposte per il programma di residenza per gli anni 2022-2024. La cooperazione culturale con il Trentino è molto importante e porta buoni risultati. Consente inoltre di partecipare al Tavolo di coordinamento nazionale in materia di artisti residenti presso il Ministero della Cultura e altre regioni partner.

“Questo rafforza la vita culturale regionale e la cooperazione tra i gruppi teatrali”, conferma Vitorato, consigliere regionale. “Tra i tanti programmi culturali regionali attivi, il programma di residenza è una meravigliosa opportunità di scambio e nuove prospettive”.

Da: mk