Espansione americana: entrare a Cuba

Espansione americana: entrare a Cuba

L’indipendenza dovrebbe essere concessa a Cuba solo se l’isola è guidata da un governo costituito costituzionalmente, “Il che determina le future relazioni con gli Stati Uniti”.. L’aspetto che dovrebbe avere questa definizione è stato stabilito in otto sotto-punti, ognuno dei quali aveva un obiettivo: frenare l’indipendenza di Cuba in politica estera, debito nazionale e assistenza sanitaria. Più peso è il fatto che gli Stati Uniti si siano dati il ​​diritto di intervenire militarmente e costruire basi navali. In seguito Root annunciò il suo diritto di intervenire con il nome Un’estensione della Dottrina Monroe.. Inoltre, la più grande isola secondaria di Cuba e la sesta più grande dei Caraibi, Isla de los Pinos (ora Isla de la Juventud), non devono far parte del territorio cubano. L’obiettivo era aggirare l’emendamento Teller, che avrebbe dovuto impedire l’annessione di Cuba, ma non copriva esplicitamente le isole vicine. L’isola aveva alimentato negli anni a venire il conflitto tra espansionisti e antimperialisti. Anche perché nel 1925 gli americani avevano acquistato circa il 90 per cento dell’isola.

Cuba ha resistito all’emendamento Platt

Il segretario alla War Root non aveva stabilito le regole da solo. L’allora governatore militare di Cuba e l’ex concorrente Leonard Wood e il senatore del Connecticut Orville Platt erano co-autori. Quest’ultimo ha introdotto disposizioni al Congresso, facendogli avere lo stesso nome del documento più tardi noto come l’Emendamento Platt. Tuttavia, dovrebbe diventare solo un effettivo emendamento, aggiunta, alla Costituzione cubana.

L’Assemblea Costituente si è tenuta all’Avana dal novembre 1900, la quale ha ripetutamente rifiutato di fare riferimento esplicito alle relazioni USA-America nella futura costituzione. Meno di due settimane dopo che i cubani hanno approvato la loro bozza di costituzione il 21 febbraio 1901, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato l’emendamento Platt il 2 marzo. I cubani respinsero con veemenza le richieste degli americani di includere l’aggiunta e quindi sostituire la loro indipendenza appena acquisita dalla Spagna con la dipendenza dagli Stati Uniti.

Ma gli Stati Uniti sono stati duri. Hanno reso l’accettazione dell’emendamento Platt una condizione per il ritiro delle truppe e l’indipendenza formale cubana. Nell’estate del 1901 i cubani si arresero finalmente. Circa un anno dopo, il 20 maggio 1902, il generale Wood cedette formalmente il controllo dell’isola ai cubani sotto il presidente in carica Theodore Roosevelt. Pochi mesi dopo, Wood ha riassunto come questo trasferimento è stato inteso nelle seguenti parole a Roosevelt: “Ovviamente c’è poca o nessuna vera indipendenza per Cuba sotto l’emendamento Platt”. Così il paese è rimasto un “semi-protetto”. Un ampio campo di prova per gli Stati Uniti.

Invasione della Baia dei Porci

Gli Stati Uniti sono intervenuti altre quattro volte a Cuba, fino al 1920. Isla de los Pinos è diventata di nuovo parte ufficiale di Cuba nel 1925 dopo un intenso conflitto. Delle quattro basi navali previste, la baia di Guantanamo nel sud-est dell’isola esiste ancora oggi. Dal 1960, Cuba ha rifiutato di accettare pagamenti di affitto statunitensi ad essa, ma ha invece chiesto il ripristino del territorio, poiché il trattato è entrato in vigore sotto la pressione politica.

Cavalieri ruvidiCarico …

Rough Riders L’unità American Rough Riders è stata utilizzata nella guerra ispano-americana del 1898.

Una modifica plat? Nel 1934, l’allora presidente degli Stati Uniti Franklin Roosevelt (1882-1945), un parente di Theodore Roosevelt, abolì quasi completamente. Rimane solo l’affitto di Guantanamo Bay. Franklin D. Roosevelt ha cancellato l’emendamento come parte della “buona politica di vicinato”. Il suo buon vicinato è stato un cambiamento completo nella politica estera degli Stati Uniti. Dovrebbe creare fiducia tra i paesi dell’America Latina ed eliminare la paura dell’intervento militare degli Stati Uniti. Tuttavia, gli Stati Uniti non hanno mantenuto questa promessa.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio