Astronomia come si è schiantato il sistema solare

Astronomia come si è schiantato il sistema solare

Quando i corpi celesti diventano bombe cosmiche: nel nostro numero di ottobre, Bild der Wiessenschaft presenta nuove scoperte sulle collisioni nel sistema solare e su come si è formata la Terra. Il focus è sull’ipotesi dell’impatto gigante, il cosiddetto Late Heavy Bombardment e due crateri da impatto sul suolo tedesco.

All’inizio, un disco sciolto di materia ruotava attorno al nostro giovane sole, poi la materia si ammassava formando strutture sempre più grandi, fino a quando non apparivano pianeti e lune. In poche parole, le grandi strutture del nostro sistema domestico cosmico si sono formate in questo modo. Ma il processo ha anche lasciato innumerevoli detriti più piccoli e più grandi: pianeti e comete ronzano attraverso il sistema solare e possono cambiare le loro orbite più e più volte mentre si scontrano tra loro. Così possono entrare in rotta di collisione con i pianeti e le lune. Soprattutto nei giovani del nostro sistema solare, questo ha portato a molte collisioni. Ma ci sono ancora molti potenziali impatti nello spazio, come mostrano gli effetti di effetti devastanti nella recente storia geologica.

Nel primo saggio per l’argomento del titolo in tre parti, l’autore di Bdw Thorsten Dambeck si è concentrato su due di questi giovani crateri geologici nel sud della Germania: il Nördlinger Ries e il più piccolo Steinheimer Basin. Le due cicatrici traumatiche non sono molto distanti e si sono formate circa 15 milioni di anni fa. Finora, si presumeva che un globo e la sua piccola luna si fossero scontrati con l’area in quel momento. Ma come riporta Dambeck in “Hell in Germany’s Primeval Times”, ci sono anche indicazioni che ci siano stati due eventi indipendenti che una volta hanno devastato la regione.

Esplosioni nella storia della Terra

Dambeck dà quindi uno sguardo più approfondito alla storia della Terra e si occupa di un evento stilizzato di proporzioni molto maggiori: oggi si presume che la Terra sia entrata in collisione con un altro pianeta poco dopo la sua formazione. Secondo la cosiddetta ipotesi dell’impatto gigante, la nostra luna è emersa dalle macerie. Thea è diventato il nome del partner di collisione. Nell’articolo “Thea, Highly Wanted”, l’autore parla dei risultati, secondo i quali questo pianeta è molto più grande di quanto precedentemente ipotizzato. Le analisi isotopiche indicano anche l’origine di Theia. Parti del misterioso corpo celeste potrebbero essere ancora dormienti nelle profondità della terra, secondo l’articolo.

Infine, Dambeck si occupa dell’estensione e del decorso temporale del bombardamento cosmico nella prima storia della Terra. Ci sono indicazioni che circa quattro miliardi di anni fa ci fosse una fase con un gran numero di impatti sulla Luna e sulla Terra. Questa era è conosciuta come “Late Heavy Bombardment”. Ma come dice l’autore, crescono i dubbi sulle ipotesi precedenti: si è verificata un’ondata di influenze cosmiche quando la prima vita sulla Terra era in movimento? L’articolo discute anche la possibile ragione dell’aumento della raffica di bombe. Secondo le nuove scoperte, è discutibile se i cambiamenti nelle orbite di Giove e Saturno abbiano causato gli effetti.

L’argomento di copertina “Cosmic Collisions” si trova nel numero di ottobre di bild der Wissenschaft, che sarà disponibile nei negozi dal 21 settembre 2021.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio