All’ambasciatore cinese non è stato permesso di entrare nel parlamento britannico

All'ambasciatore cinese non è stato permesso di entrare nel parlamento britannico

unMercoledì l’ambasciatore cinese a Londra, Zeng Zhiguang, avrebbe dovuto parlare con e con i membri del Parlamento nella suite balcone del Palazzo di Westminster che si erano organizzati in un “gruppo cinese” multipartitico. Ma l’oratore Lindsey Howell Il diplomatico è stato rilasciato poco prima della sua apparizione. Lo ha giustificato con le sanzioni che Pechino ha imposto in primavera ai critici britannici della Cina, comprese quelle dei parlamentari. L’ambasciata cinese a Londra ha risposto con una dichiarazione arrabbiata e ha esortato il parlamento a minare gli sforzi per migliorare le relazioni tra i due paesi. Avrebbe “ignorato gli interessi fondamentali dei popoli cinese e britannico e ignorato il protocollo internazionale”.

Nel parlamento britannico è consuetudine che i membri che si sono organizzati in cosiddetti gruppi di amicizia invitino a intervalli regolari gli ambasciatori del rispettivo paese al Palazzo di Westminster. Secondo il Times, questa è la prima discarica del genere. Hoyle ha giustificato la mossa con le parole: “Non credo sia appropriato che l’ambasciatore cinese tenga un incontro sul terreno della Camera dei Comuni e sul suo posto di lavoro se il suo Paese ha imposto sanzioni ad alcuni dei nostri membri”. Ovviamente “deve essere risolto” Sanzioni Viene annullato di nuovo.

FAZ Frühdenker – Newsletter per la Germania

Nei giorni feriali alle 6.30.

Login

A marzo, Pechino ha imposto sanzioni, compreso un divieto d’ingresso, a cinque legislatori, tra cui il presidente della commissione per gli affari esteri Tom Tugendhat e l’ex leader del partito conservatore Ian Duncan Smith. Colpiti anche due membri della Camera dei Lord. In particolare, hanno criticato la situazione dei diritti umani nello Xinjiang e hanno cercato di imporre restrizioni al commercio con la Cina “proponendo un emendamento al genocidio”. All’epoca, il governo cinese li accusò di “bugie e disinformazione”. primo ministro Boris Johnson Poi il ministro degli Esteri Dominic Raab ha annunciato la loro “piena solidarietà” alle persone colpite, tra cui un avvocato e uno scienziato. Le misure a Pechino sono state precedute da sanzioni britanniche contro i funzionari cinesi coinvolti in violazioni dei diritti umani nella provincia dello Xinjiang.

Secondo le informazioni del Daily Telegraph, i membri del gruppo di amicizia hanno esteso l’invito in estate senza consultare gli “speaker”. Il discarico sembra ora dovuto a una lettera di protesta inviata da parlamentari accreditati agli “oratori” di entrambe le Camere. Hanno poi annunciato che l’incontro del gruppo di amicizia con l’ambasciatore dovrebbe avvenire “altrove”.

L’ambasciata cinese ha condannato la pubblicazione sul proprio sito web come “miopia, spericolata e codarda” che riflette “l’atteggiamento gretto e territoriale di alcune persone nel Regno Unito”. Le misure imposte a marzo contro “un pugno di parlamentari anticinesi” erano “del tutto giustificate e ragionevoli” perché gli inglesi avevano diffuso “voci diffamatorie e disinformazione sullo Xinjiang”. L’ambasciata considera lo Xinjiang uno degli “interessi centrali” della Cina, che continuerà a difendere con fermezza. Né i “trucchi del parlamento britannico” scuoteranno la posizione cinese.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio