Adobe spiega il passaggio ad Apple Silicon e sottolinea i vantaggi in termini di prestazioni

Adobe spiega il passaggio ad Apple Silicon e sottolinea i vantaggi in termini di prestazioni

Adobe Photoshop, l’editor di foto più popolare al mondo, era Aggiornato questa settimana con il supporto locale per i Mac Apple Silicon. Mark Dahm, Product Manager per Photoshop, in un’intervista a mondo dei computer In che modo l’azienda sta aggiornando le sue app per i Mac M1 e quali sono i veri vantaggi di questa transizione.

Sappiamo già che un’app aggiornata con pieno supporto per il chip M1 porterà a prestazioni molto migliori, per non parlare di una maggiore efficienza energetica, il che è ottimo per gli utenti di MacBook. Tuttavia, secondo Dahm, Photoshop è fino al 50% più veloce sul MacBook M1 rispetto al MacBook Intel della generazione precedente.

La differenza è più pronunciata rispetto ai vecchi Mac Intel. Secondo Adobe, aggiornare un programma complesso come Photoshop a una nuova piattaforma non è un compito facile, ma i miglioramenti per gli utenti sono molto importanti.

L’importante riconfezionamento di Apple Silicon richiede investimenti da parte degli sviluppatori. Tuttavia, come abbiamo dimostrato nel caso di Photoshop, ciò può portare a miglioramenti significativi nelle prestazioni dell’utente. […] Abbiamo confrontato il MacBook M1 con un MacBook della generazione precedente configurato in modo simile e abbiamo scoperto che Photoshop è più veloce del 50% rispetto ai dispositivi meno recenti in modalità nativa.

Il Product Manager di Photoshop ha indicato che l’app è disponibile per gli utenti Mac da oltre 30 anni e che Adobe stava già valutando un’altra importante transizione quando Apple è passata da Power PC a processori Intel. Poiché Photoshop è uno degli strumenti più utilizzati dai professionisti, è importante che Adobe mantenga l’applicazione aggiornata con le funzionalità più recenti e migliori.

Più complesso è il programma, più ingegneri dovranno riscriverlo per una nuova piattaforma allo stesso tempo. Secondo Dahm, la tecnologia Rosetta 2 ha davvero aiutato il team di Photoshop a determinare la pianificazione per un aggiornamento abilitato per M1. Ha anche elogiato gli strumenti di sviluppo di Apple, affermando che consentono una “transizione senza soluzione di continuità” dalle applicazioni Intel ad Apple Silicon.

Grazie alla modalità Rosetta di Apple, Photoshop è stato in grado di lavorare in modo affidabile e rapido sui dispositivi M1 il primo giorno, senza grandi modifiche alla base del codice. Molte funzioni sono state eseguite più velocemente o addirittura più velocemente dei sistemi precedenti, quindi le precedenti domande sulle prestazioni sono state risolte in modo piuttosto soddisfacente.

Attualmente, solo Photoshop e Lightroom possono riprodurre le versioni originali su M1 Mac. La società sta anche lavorando agli aggiornamenti di Premiere Pro, Premiere Rush e Audition con supporto per Apple Silicon, che sono attualmente disponibili come app beta per gli abbonati a Creative Cloud.

Puoi leggere l’intervista completa a Mark Dahm sul sito mondo dei computer sito web.

FTC: Utilizziamo link di affiliazione per generare entrate. Di Più.


Per ulteriori notizie su Apple, controlla 9to5Mac su YouTube:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

CALCIO.VIDEO È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Calcio